Rincaro Pedaggi; c’è chi dice No. Manifestazione del 24 novembre a Roma

di Priscilla Rucco


Per i sindaci di Lazio e Abruzzo, un’altra manifestazione dopo quella del 28 ottobre a Roma il 24 novembre, davanti al Ministero dei Trasporti, in seguito alla riunione avvenuta qualche giorno fa a Carsoli (Abruzzo).


L’argomento è molto serio; l’aumento non indifferente da parte dell’ente che gestisce la “Strada dei Parchi” (i cui i costi dei pedaggi autostradali sarebbero bloccati fino alla fine di dicembre), con rincari che potrebbero superare del 30% i prezzi attuali). I sindaci della Valle dell’Aniene però non ci stanno e hanno deciso di mantenere una linea dura contro il silenzio del Governo.
Tanti Amministratori hanno aderito sia con una raccolta firme, sia recandosi personalmente al Ministero dei Trasporti di Roma.
Lo scorso martedì 16 novembre, si era gia tenuto un incontro on line, sullo stesso argomento, con l’Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio, Alessandri.
I primi cittadini di città e paesi di ogni dimensione: da Tivoli fino a Vicovaro, da Arcinazzo Romano fino a Rocca Santo Stefano, insieme ai Commissari delle Comunità Montane IX (Monti Sabini, Tiburtini, Cornicolani, Prenestini) e X (Aniene) hanno richiesto ed ottenuto un incontro col Ministro Giovannini tramite una piccola delegazione (composta da 5 rappresentanti), per avere questa volta risposte concrete in merito ai blocchi dei rincari autostradali. Oltrealla questione citata, la richiesta dei Sindaci, riguarderebbe anche l’impegno per ottenere autostrade maggiomente sicure.
La richiesta di adesione alla manifestazione pacifica di oggi, è giunta a tutti i Consiglieri di Lazio e Abruzzo, oltre che ai deputati e Senatori delle 2 Regioni in questione.

Cosa cambia. Riflessioni dell’artista e scrittore Roberto Bombassei

Aumentano i contagi ma cambia, però, il tipo di pazienti nei reparti: ci sono anche alcuni vaccinati da oltre 6 mesi.

Si sapeva.

La diffusione dei contagi porterà  tra due settimane 5 regioni in giallo  e forse altre 8.

Consigliabile quindi  effettuare la terza dose.

Ricordiamoci che questa finta guerra sociale tra vaccinati e non vaccinati durerà fino al 2025.

Nel mondo la gente rischia di diventare schiava di soldati ed essere uccisa,in Europa vogliono costruire nuovi muri  e qui da noi è tutto ” voglio entrare al ristorante senza greenpass durante una pandemia, e non posso. Non è dittatura questa?”

Il green pass per andare al ristorante ce l’ho.

Ora mi servono solo i soldi.

Roma. Rachele Mussolini consigliere capitolino Fd’I. Vana promessa di Gualtieri di eliminare il pedaggio sulla A24 nel tratto che ricade nel Comune

Roma città medievale per i residenti a Est

“Stop al pedaggio sul ‘tronchetto’, una delle tante promesse di Gualtieri, caduta nel vuoto. Ė evidente che per il sindaco idolo della Roma Ztl, i residenti nella estrema periferia sono cittadini di serie B”. 

Lo dichiara in una nota Rachele Mussolini consigliere capitolino di FdI, che spiega: “Sembra impossibile, eppure oltre

260mila romani residenti a Corcolle, Castelverde, Villaggio Prenestino, Ponte di Nona Villaggio Falcone, Settecamini, Case Rosse, Casale Caletto, per uscire o rientrare nel proprio quartiere sono costretti a pagare un pedaggio autostradale ai caselli di Lunghezza, Ponte di Nona e Settecamini, per evitare di percorrere la trafficata Collatina. Si parla del tratto urbano della A24, l’autostrada che da Roma porta a L’Aquila e che dispone di un tronco nel comune di Roma, per attraversare il quale, paradossalmente, i romani sono sottoposti a un ingiusto balzello. Inconcepibile, soprattutto perché uno specifico atto del 2008 prevede la presa in carico, da parte del Comune di Roma, degli svincoli tra la viabilità urbana e le complanari. Ed è inaccettabile perché il sindaco Roberto Gualtieri, in una visita in quei quartieri nello scorso luglio, promise solennemente l’abrogazione del pedaggio, salvo poi essere smentito dal governo che il suo partito, il Pd, appoggia e che ha eliminato dal decreto legge Infrastrutture l’emendamento in questione, per un problema di copertura finanziaria”. “Altro che finanza, qui si tratta di volontà politica. Il vuoto slogan di Gualtieri sulla città dei 15 minuti, in questo caso perde di consistenza, di fronte a cittadini costretti a sborsare ogni anno circa 800 euro di pedaggi per transitare sul suolo urbano, come le gabelle che si sborsavano nel Medioevo”, chiosa la consigliera di Roma Capitale.

Roma città medievale per i residenti a Est

Stop al pedaggio sul ‘tronchetto’, una delle tante promesse di Gualtieri, caduta nel vuoto. Ė evidente che per il sindaco idolo della Roma Ztl, i residenti nella estrema periferia sono cittadini di serie B”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Maritato che spiega:

Continue reading

Cagnolino Dance

Chi di noi non ha assistito ad una festa per bambini in un villaggio, su di una nave o in una scuola materna?

Continue reading

LIBRI FANTASTICI: GIOCANDO CON LA FANTASIA

Si è svolto con successo  il laboratorio “Libri Fantastici“,  ideato da Fantagiocarte della pedagogista  Francesca Capri  presso l’Associazione  “Passo dopo  passo” di Arconate di Sara Reitano,.

“L’iniziativa è la prima di una serie che abbiamo scelto di svolgere per tutto l’anno scolastico” esordisce la dott.ssa Capri, ideatrice di laboratori educativi . 

” I miei studi  e le mie iniziative sono create per seguire i piccoli  alla scoperta di un mondo giocoso, colorato e fantasioso, attraverso la manipolazione di materiali diversi (spugne, panni , legno, tipi diversi di carte, sughero, cuoio).

Grazie al gioco manuale i bambini  acquisiranno consapevolezza dei differenti materiali , del loro  spazio, del potere delle proprie mani , delle loro capacità innate che  li porterà verso una sicurezza in sé stessi e nelle proprie doti creative”.

“In queste attività, ispirate ai laboratori di arte creativa di Munari, oltre alla vista, è anche  il tatto il senso protagonista, e quindi vengono invitati i bambini a toccare con le mani ogni superficie, scoprendone le consistenze, i volumi e i pesi.”

” Creare, attraverso il gioco,  è qualcosa di unico che fa nascere nuove sensazioni:

Cosa si prova a sfiorare un cartoncino molto spesso e ruvido? 

“Vedete, la carta velina assomiglia ad uno specchio se ci si guarda attraverso, e un cartoncino a righe se lo si percorre con il dito diventa addirittura  sonoro e un pezzo di tessuto fatto a rete può diventare una tenda dove nascondere un omino che guarda da una finestra”.

“I bambini sono invitati a selezionare i materiali con i quali vogliono comunicare:  si parte  dal foglio che si desidera, che sia cartone,  stoffa o garza,  della spugna , un panno, un pezzo di lana morbida  o  una velina, e poi si piega in modo da ottenere due pagine. 

Tutto viene scelto e assemblato dal bambino,  anche piccolissimo,  che gioca a scoppiare le bolle di plastica,  che accarezza la lana, che accosta i colori . Si possono effettuare sia dei ritagli astratti , tipo forme geometriche , sia elementi che rievochino il reale. Il contenuto del libro ci verrà evidenziato  esclusivamente tramite  il materiale di cui è composto”.

 ” Con la creazione infine del libro-gioco  il bambino esplora scoprendosi artista , creando un prodotto  artistico   di leggerezza e peso, di colore e  fantasia immergendosi nello splendido panorama  della sua creatività “conclude la dott.ssa Capri.

Chi volesse approfondire  i percorsi di Arte Gioco e Fantasia , visiti la pagina facebook “Fantagiocarte” di Francesca Capri.

I progetti sono dIsponibili per asili , associazione scuole, feste, biblioteche e ludoteche. https://www.facebook.com/FRANCESCACAPRI78/reviews